relè-finder-ante

Relè monostabile o bistabile: quali differenze?

Il relè è un interruttore che consente di attivare in maniera automatica uno o più contatti elettrici attraverso un elettromagnete, che si avvia quando noi premiamo il pulsante. Può servire nel caso in cui si voglia utilizzare un metodo alternativo per accendere o spegnere un punto luce oppure quando si deve collegare un interruttore ad un circuito di corrente abbastanza grande.

Come funziona un relè?

Il relè è un interruttore che, attraverso un impulso elettrico, apre o chiude un circuito: un circuito elettrico è aperto, quando l’interruttore blocca il passaggio della corrente, è chiuso, se consente il passaggio della corrente.

Nel caso di utilizzo di un relè, il flusso di corrente non è interrotto ma deviato. Il relè è formato da diverse parti: una bobina, un’ancora e un contatto elettrico. 

Relè: quando monostabile e quando bistabile?

In base al comportamento assunto in condizioni di presenza della tensione di alimentazione nella bobina, i relè possono essere classificati in relè monostabili o bistabili.

Il relè monostabile ha un solo stato stabile: nel momento in cui arriva un’eccitazione dall’esterno, il sistema commuta, quando cessa l’effetto dell’impulso esterno, torna allo stato precedente. Per far funzionare il circuito occorre eccitare la bobina e mantenerla in azione, facendo muovere i contatti; se l’alimentazione cessa, i contatti tornano alla posizione di riposo, ovvero quella in cui il contatto è aperto e nessun intervento è fatto su di esso.

Il relè bistabile ha due stati stabili, grazie alla presenza di due bobine di comando per cui, quando arriva un impulso esterno il circuito elettrico commuta, quando cessa l’impulso esterno, il circuito resta nello stato determinato dall’impulso: i contatti restano attivati anche se l’alimentazione della bobina è assente. In questo caso, il mantenimento dei contatti nella posizione di lavoro (quella in cui il contatto è chiuso e c’è il passaggio della corrente), anche al cessare dell’alimentazione, è garantito da un sistema di ritenuta di natura meccanica.

Potrete trovare un’ampia serie di relè sul nostro sito.

1 pensiero su “Relè monostabile o bistabile: quali differenze?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *