presa

Come aggiungere una presa elettrica

Dopo aver visto come si fa a sostituire una presa elettrica, oggi impareremo ad aggiungere una presa elettrica a un supporto portafrutti incassato al muro. Può rendersi infatti necessario avere una presa in più per collegare altri elettrodomestici e dispositivi: aggiungere una presa non è un lavoro troppo complicato, ma come sempre va svolto con la massima attenzione.

Aggiungere una presa elettrica: come fare

Come al solito, la prima cosa da fare prima di un qualsiasi intervento nell’impianto elettrico è staccare l’interruttore generale. È bene ripeterlo spesso perché può capitare che, per fretta o distrazione, ci si metta al lavoro senza prendere le giuste precauzioni.

Togliamo la placca copripresa con un cacciavite, ma facciamo attenzione ad agire con delicatezza, senza forzare troppo. È il momento di sganciare il supporto portafrutto dal muro svitando le due viti che lo tengono agganciato al muro. A questo punto dobbiamo anche levare i tappi copriforo, sempre con il cacciavite, con una leggera leva oppure una piccola pressione.
Spostiamo la presa dal centro a uno dei due lati e agganciamo nel supporto il nuovo modulo (o i nuovi moduli, se più di uno).

La seconda fase

Ora arriva la fase più delicata del lavoro: collegare “a cascata” le prese. Ipotizziamo di voler aggiungere una sola presa a quella già presente: in questo caso ci servirà un filo di color verde (messa a terra), uno nero o marrone (fase) e uno azzurro (neutro), tutti più o meno della lunghezza di 5-6 centimetri (i cavi potrete trovarli sul nostro store). Ricordiamo che la messa a terra va collegata al centro e gli altri due ai lati: stiamo attenti soprattutto alla fase, che è il filo da cui passa la corrente elettrica.

Togliamo parte della guaina agli spezzoni di fili e avvolgiamo le estremità su se stesse per un paio di volte, poi allentiamo le viti dei morsetti centrali delle due prese (quella già collegata e quella da collegare) e inseriamo un’estremità del filo verde in una e l’altra estremità nell’altra: ora riavvitiamo le viti dei morsetti per fissare i fili e ripetiamo la stessa operazione per la fase e il neutro.

Il grosso è fatto: non ci resta che agganciare le prese al supporto, riavvitare il supporto al muro e agganciare la placca di protezione. Per controllare se abbiamo fatto tutto per bene, riattiviamo l’interruttore generale e colleghiamo alla presa una lampada, un piccolo elettrodomestico o un altro dispositivo.

Con questo sistema a cascata è possibile anche più di un modulo nel supporto: ad esempio, se il supporto è da tre moduli, possiamo inserire fino a tre spine.
Possiamo anche inserire una spina standard italiana e una “tedesca”, ma in questo caso è meglio se ci facciamo aiutare da un elettricista preparato.

In ogni caso, se abbiamo qualche dubbio sul procedimento, non perdiamo tempo e chiamiamo un professionista: meglio avere un lavoro ben fatto che un lavoro precario e potenzialmente dannoso. Ovviamente potrete scegliere tra i prodotti presenti sul nostro store, fra le nostre serie civili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *