Come fare un punto luce deviato

Qualche tempo fa spiegammo come fare un punto luce interrotto, utile per controllare una lampada o più con un solo interruttore; un circuito molto semplice per ambiente con un unico ingresso. Possiamo partire da queste nozioni per spiegare come fare un punto luce deviato, un altro progetto abbastanza semplice, ma che richiede sicuramente qualche accorgimento in più.

Il punto luce deviato permette infatti il controllo di una lampada da due interruttori; questo sistema viene usato per le stanze come nelle camere da letto, nelle quali solitamente si utilizzato un interruttore all’ingresso e un altro in altre parti della stanza.

Quel che c’è da sapere per iniziare

Schema punto luce deviato (fonte: Gewiss)
Schema punto luce deviato (fonte: Gewiss)

Lo schema di un punto luce deviato è piuttosto semplice, si differenzia infatti da quello essenziale de punto luce interrotto, proprio da una piccola deviazione, inserita all’interno del cavo di fase dove si trova l’interruttore, e che ritorna al cavo di fase. Il flusso di corrente sarà interrotto dai due interruttori, che in questo caso saranno dei deviatori. Al contrario degli interruttori unipolari infatti, qui non ci sarà solo un ingresso ed una uscita, ma un ingresso e due uscite.

Per fare questo lavoro avremo bisogno di cavi, che in questo caso dovranno essere di quattro colori, di due deviatori, i di un tubo flessibile di plastica, ed infine, avremo naturalmente bisogno di una plafoniera con lampadina, il tutto accompagnato naturalmente dai soliti attrezzi da lavoro e soprattutto da molta cautela e rispetto delle norme.

Creazione di un punto luce deviato

Cavi per punto luce deviato (fonte Gewiss)
Cavi per punto luce deviato (fonte Gewiss)

Per la creazione del circuito di un punto luce deviato avremo bisogno di quattro cavi: oltre ai soliti tre, l’azzurro chiaro o blu per il neutro, il verde e giallo per la messa a terra, il nero o marrone per la fase, ne va aggiunto uno grigio per il ritorno di fase.

Si parte dal punto di tensione con il cavo di fase che deve essere tagliato nel punto in cui è previsto il primo deviatore che finirà nel morsetto di ingresso; questo sarà collegato attraverso i cavi di ritorno di fase che partiranno dalle uscite, per arrivare nelle uscite del secondo. Dall’ingresso del questo deviatore si fa ripartire il cavo di fase che va inserito nel terminale della plafoniera; da quest’ultima parte il cavo blu del neutro per la chiusura del circuito, e il cavo per la messa in terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *