luci-natalizie-esterno

Come mettere le luci natalizie da esterno

La bellezza del Natale va condivisa con gli altri. Per questo, non bisogna dedicarsi solo a decorare la casa con un bell’albero e allegri addobbi da interno ma bisogna prestare grande attenzione anche alla parte esterna della casa, che va decorata con uno stile che riesca a coinvolgere i passanti nel generale clima di festa.

Ecco alcuni consigli per sistemare nel modo migliore le luci natalizie all’esterno della vostra casa.

Decorazione da esterno: quali sono le luci giuste?

Le luci natalizie da esterno devono essere luci malleabili e resistenti all’acqua. Devono avere lampadine a risparmio energetico e a basso consumo e non prevedere l’uso di eccessive prese e prolunghe.

Una valutazione importante da fare prima della scelta delle luci è il contesto in cui si vive: una buona pratica è scegliere luci che siano conformi a quelle predominanti nel vicinato e che non siano troppo vistose.

Se hai un appartamento con balcone o terrazzo, potrai disporre le luci bianche sul loro perimetro esterno. Nella parte centrale si potranno invece disporre luci rosse o colorate ed eventualmente qualche figura, come ad esempio un albero di Natale o un babbo Natale con il sacco pieno di doni.

Se invece la tua è una casa isolata ad un piano o a più piani, tipo villetta, potrai disporre le luci lungo il perimetro di tutti gli elementi architettonici, come il tetto, le finestre, il recinto, così che la tua casa appaia da lontasno come un disegno fiabesfco dai coontorin illuminati. Con le luci, puoi creare anche un vialetto illuminato, che colleghi l’ingresso del giardino alla porta di casa. Se il giardino è abbastanza grande, si può usare del filo malleabile colorato, per creare decorazioni come renne, slitte o pupazzi di neve.

L’ideale è in tutti i casi scegliere luci intermittenti che creino giochi luminosi e non luci fisse e statiche.

Se sei corto di idee, un giro nei negozi natalizi o nel vicinato, potranno essere buone fonti di ispirazione.

Come sistemare le luci natalizie da esterno?

Prima di disporre le luci all’esterno della casa, esaminale con cura per verificare la presenza di lampadine mancanti, rotte o di fili danneggiati: se un cavo è sfilacciato, meglio buttare tutta la serie per evitare il rischio di incendio.

Localizza poi la fonte di energia più vicina al tetto, così da essere più riparata dalle intemperie, e considera di avere bisogno almeno di un’estensione, da tenere il più possibile vicina all’edificio e riparata da pioggia o neve.

Di sicuro aiuto sarà una scala robusta e anche la compagnia di un’altra persona, dato che l’allineamento preciso necessario e lo spostamento dei fili sarà più gestibile se fatto in compagnia.

Se sei da solo, puoi usare un cesto o un secchio da appendere alla scala con un gancio a S in cui inserire tutte le luci e ricorda che è meglio terminare una parte per volta e salire e scendere dalla scala una volta in più che sporgersi in modo eccessivo.

Per bloccare i cavi, ti serviranno delle viti, disposte in modo uniforme in base alla distanza tra le lampadine delle serie di luci: oltre ai tradizionali chiodi e viti in ferro che hanno lo svantaggio di ossidarsi, essere conduttori elettrici e lasciare buchi nelle superfici, oggi esistono in commercio molti prodotti in gomma o plastica pesante, creati apposta per appendere cavi esterni, resistenti all’acqua e con un retro che si stacca e attacca, invece di bucare la superficie.

Le luci devono essere disposte partendo dalla presa e seguendo il percorso delle viti, alle quali vanno ben fissate. Ricordati di non collegare più di tre set insieme, se non vuoi rischiare un sovraccarico o un incendio.

Alla fine dell’opera, il consiglio è sempre di scendere dalla scala, accendere le luci e vedere se il risultato finale è uniforme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *