Come scegliere il cronotermostato più adatto a noi

L’inverno è arrivato e per questo motivo è arrivato anche il momento per attrezzarsi per evitare di avere una casa fredda e dal clima invivibile. Per questo motivo in molte case è installato un termostato, in modo da non avere problemi di questo tipo. Questa soluzione è molto importante, non solo per regolare le temperature, ma anche perché con i cronotermostati è possibile diminuire l’inquinamento atmosferico.

TH450Una scelta quindi alquanto vantaggiosa, e consigliata soprattutto a tutti quelli che, in un modo o in un altro, restano molte ore lontani dalle proprie case. Oggi inoltre questi strumenti ancora più funzionali, grazie all’integrazione con tecnologie wireless e GSM.

Che cos’è un cronotermostato?

Innanzitutto bisogna sapere cos’è un termostato. Un termostato è un dispositivo che ha lo scopo di regolare la temperatura in un’ambiente, attraverso la gestione dell’impianto di riscaldamento. Quest’apparecchiatura infatti rileva la temperatura delle stanze, valutando inoltre tutti i cambiamenti dovuti alle diverse variabili quali la presenza di individui all’interno di un ambiente, la luce del sole, i cambianti delle correnti d’aria, e infine mantiene la temperatura come abbiamo deciso di impostarla. Il termostato si accenderà e si spegnerà a seconda dei cambiamenti di clima.

Il termostato è quindi caratterizzato da una tecnologia on/off e può essere meccanico, cioè è dotato di un sensore che rileva la temperatura esterna con un elemento sensibile che solitamente è rappresentato da una lamina, oppure da un liquido. Con l’aumento del calore, questo elemento si deforma causando lo spegnimento del termostato. L’elettronico invece ha come elemento sensibile un resistore che inserito in un circuito, stabilendone l’accensione oppure lo spegnimento. In questo caso è possibile anche impostare il termostato in maniera più elaborata, andando oltre il classico uso on/off.

Il cronotermostato ha un funzionamento leggermente diverso, ed è impostato in modo da gestire l’accensione e lo spegnimento dell’impianto di riscaldamento negli orari da noi scelti, in modo da poter diminuire gli sprechi.

A cosa serve il cronotermostato?

TH:450GSMIl cronotermostato ha lo scopo di mantenere la temperatura costante in ambiente durante la giornata. Se equipaggiamo la nostra casa di un modello di buon livello, avremo la certezza di poter avere un apparecchio che possa reagire ai cambiamenti termici, con variabili come il calore umano, o di altri elementi interni o esterni all’ambiente.

In questo modo non solo è possibile mantenere costante il clima in un ambiente, ma si potrà gestire il consumo energetico, diminuendo oltre che gli sprechi, anche le emissioni inquinanti, prodotti dal lavoro dell’impianto di riscaldamento, riducendo la diffusione di CO2.

Come funziona un cronotermostato?

Il termostato può essere installato in tutte le case con riscaldamento autonomo. Grazie all’interruttore on/off, al variare all’interno della temperatura in casa, il termostato si accenderà o si spegnerà. Anche il cronotermostato è installabile dovunque ci sia un impianto autonomo, ma in questo caso a decidere i tempi di funzionamento, con relative fasce orarie per diverse temperature, sarà proprio l’utilizzatore.

Attivare il cronotermostato è semplice: basta infatti impostare l’orario dei accensione sul timer, quello di spegnimento, ed infine la temperatura che si decide per un ambiente. Il cronotermostato permette quindi una migliore gestione energetica, sicuramente più efficiente, senza il rischio di problemi relativi a continui sbalzi di temperature, che rischiano di rompere invece i termostati normali.

I cronotermostati possono essere settimanali, cioè con la capacità di impostare le fasce orarie per il riscaldamento di giorno in giorno; e giornalieri che si attivano invece in maniera regolare in tutti i giorni della settimana.

Oggi esistono inoltre cronotermostati che si integrano con le nuove tecnologie: innanzitutto è possibile trovare dei cronotermostati wireless, cioè senza fili, che funzionano grazie all’ausilio di alcune antenne minuscole inserite all’interno della scocca. In questo modo è possibile controllare l’impianto di riscaldamento a distanza grazie all’uso di applicazioni pensate per tablet e smartphone. Anche i cronotermostati GSM sono utilizzati per essere controllati a distanza con i cellulari; questi però a differenza dei modelli wireless, funzionano attraverso l’uso di sms.

Come scegliere il cronotermostato

A seconda delle esigenze degli abitanti di una casa si potrà scegliere il tipo di cronotermostato più adatto. In questo caso si dovrà decidere se prendere un modello giornaliero oppure settimanale. Nel caso le nostre abitudini fossero le stesse ogni giorno, mantenendo sempre la stessa routine, il consiglio è quello di utilizzare un cronotermostato giornaliero. Viceversa se dovessimo avere diverse esigenze in ogni giorno della settimana, ci converrà di acquistare un modello settimanale.

In questo modo sarà possibile personalizzare le impostazioni in maniera diversa. Qualsiasi sia la vostra esigenza è possibile trovare moltissimi termostati e cronotermostati nello store di Punto Luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *