Condizionatore portatile per casa come sceglierlo?

Punto Luce Blog: la tua guida al materiale elettrico ed elettronico

Nessun commento /
Ruggero /
21/02/2022

Hai sempre desiderato un condizionatore portatile da utilizzare in casa, ma non sai quali elementi valutare per compiere la scelta giusta? In questo articolo ti forniremo una guida all’acquisto per aiutarti nella scelta di un condizionatore portatile per casa.

Scopriamo insieme quali sono i punti sui quali riporre l’attenzione e quali elementi valutare per fare la scelta più indicata.

Perché prendere in considerazione l’acquisto di un condizionatore portatile?

Tra qualche mese arriverà nuovamente l’estate e con lei le alte temperature. In queste occasioni godere della giusta refrigerazione può fare la differenza, soprattutto durante quelle giornate in cui il termometro sfiora i 40 C°.

L’idea di lavorare in un luogo troppo caldo può davvero far venire il mal di testa, soprattutto qualora non ci siano dei mezzi atti a rendere la temperatura del locale più confortevole.

Da diversi anni a questa parte è usanza utilizzare nei luoghi di lavoro o nelle case i condizionatori, degli elettrodomestici in grado di refrigerare l’ambiente e rendere così le condizioni di vita più adeguate.

Ovviamente il mercato brulica di questi dispositivi, poiché è possibile scegliere tra prodotti fissi e soluzioni portabili, che possono essere spostati sulla base delle esigenze.

Come funziona e come è fatto un condizionatore portatile?

Un condizionatore portatile riesce a creare un clima piacevole poiché agisce direttamente sull’aria calda.

Questa viene estratta da un ambiente attraverso uno scambio di calore, che avviene con il processo della compressione. In questo caso il liquido refrigerante riesce ad esercitare la sua funzione smaltendo il calore in eccesso e restituendo l’aria calda priva delle alte temperature.

Questo processo avviene in maniera completamente autonoma e, alla fine di tutta la procedura, l’aria calda in eccesso verrà smaltita tramite l’eliminazione del calore stesso.

La struttura di un condizionatore portatile per casa è molto semplice, in quanto si tratta di un unico dispositivo che per funzionare non deve essere collegato ad un’unità esterna.

A differenza dei modelli fissi, un condizionatore portatile è molto più semplice da spostare da una stanza all’altra, in quanto dotato di ruote e facilmente maneggevole. L’unico requisito richiesto è che nella stanza siano presenti delle finestre, in modo che il tubo per lo scarico dell’aria calda possa essere installato in ogni luogo.

Sicuramente la struttura del condizionatore è uno dei primi parametri da esaminare quando si vuole procedere all’acquisto. Bisogna infatti calcolare le dimensioni dello stesso e l’ingombro che questo potrebbe avere in una stanza.

Non da ultimo bisogna soffermarsi sulla presenza dei diversi accessori e su delle dimensioni dei tubi che permetteranno di collegare il dispositivo alla presa.

Possiamo dire che le dimensioni sono l’ultimo dei problemi da prendere in considerazione, poiché attualmente esistono diversi modelli di condizionatori portabili, proprio per accogliere i bisogni di ogni individuo.

Un prodotto di questo genere può arrivare a pesare anche 40 kg, ed e quindi molto indicato valutare le condizioni delle ruote, soprattutto per quanto riguarda il trasporto del meccanismo.

Quali prestazioni è in grado di offrire un condizionatore portatile?

Nella maggior parte dei casi, optare per l’acquisto di un condizionatore portatile è sicuramente più indicato rispetto ad un dispositivo fisso.

Anche se le prestazioni sono inferiori, la scelta è sicuramente più versatile in ogni contesto.

Ovviamente bisogna prendere dei piccoli accorgimenti per potenziare le funzionalità del prodotto, come per esempio abbassare le tapparelle e non trovarsi alla luce diretta del sole.

Ogni dispositivo ha una potenza refrigerante che può essere espressa in BTU/h, una formula che tramite appositi calcoli ci permette di capire la potenza necessaria per raffreddare un determinato tipo di ambiente sulla base delle sue dimensioni.

Per ottenere risultati di eccellenza bisogna soffermarsi anche sulla portata d’aria, in quanto maggiore sarà l’aria trattata, più aumenterà la produttività del condizionatore.

Il sistema refrigerante invece, può basarsi sull’utilizzo di aria o aria acqua. In quest’ultimo caso la potenza è maggiore, però è necessario prendere accorgimenti mirati per far sì che il prodotto funzioni a lungo nel tempo.

Per quanto riguarda la funzionalità del prodotto invece, bisogna soffermarsi sul modello prescelto, in quanto ogni casa produttrice offre delle qualità diverse e altrettanti programmi da sfruttare.

Nella quasi totalità dei casi però, è possibile ricevere un telecomando con il quale accendere o spegnere il condizionatore e impostare le funzioni principali.

Queste includono il timer per impostare l’orario di raffreddamento degli ambienti, oppure il programma che limita la diffusione del rumore. Nei modelli più tecnologici è possibile impostare la funzione di deumidificazione o di umidificazione, utile per evitare che l’aria sia troppo umida o secca.

Come ultimo parametro ti consigliamo di valutare attentamente anche la presenza della pompa di calore, grazie alla quale potrai sfruttare il dispositivo anche durante l’inverno.

Quanto consuma un condizionatore portatile?

Quando si compra un prodotto di questo genere è impensabile non focalizzarsi sul consumo energetico legato all’utilizzo dello stesso.

Sicuramente la tecnologia sfruttata dal condizionatore può influire sul consumo.

Nei modelli tradizionali è sufficiente utilizzare i bottoni di accensione e spegnimento per regolare l’utilizzo del dispositivo.

Altri elettrodomestici invece, sfruttano la tecnologia inverter, che permette loro di funzionare in maniera continuativa garantendo un funzionamento adeguato alla temperatura richiesta per tutta giornata.

Questa scelta permette di abbattere i consumi, anche se poi bisogna valutare altre caratteristiche, come ad esempio il sistema di funzionamento.

Per conoscere i consumi prima dell’acquisto, sarà sufficiente consultare l’etichetta energetica affissa sul condizionatore.

Ad ogni modo acquistare un elettrodomestico di classe può abbattere drasticamente ogni tipo di consumo.

La rumorosità del condizionatore non influisce sulle prestazioni energetiche, anche se ti consigliamo di prenderla in considerazione soprattutto qualora dovessi utilizzare il dispositivo di notte.

In questo caso sull’etichetta verrà indicata anche la rumorosità del prodotto espressa in decibel: nella maggior parte dei casi questa si aggira intorno ai 60 dB.

Quanto costa un condizionatore portatile?

Anche in questo caso la scelta è piuttosto ampia, poiché con il passare del tempo la tecnologia è riuscita a produrre dispositivi diversi, in grado di sposarsi perfettamente alle esigenze di ogni famiglia.

Ovviamente più le dimensioni del prodotto aumenteranno, più il prezzo dello stesso salirà. inevitabilmente.

Qualora si volesse risparmiare è quasi impossibile spendere una cifra inferiore ai 300€, anche se in questo caso si tratta di condizionatori di bassa fascia e con una rumorosità superiore ai 65 decibel.

Se invece si opta per un meccanismo medio la cifra può salire fino ai 500€, parametro che permette di beneficiare di prestazioni più raffinate.

La scelta più indicata è rappresentata dai prodotti di alta categoria, che però possono avere un prezzo davvero considerevole, arrivando a costare anche 800/1.000€. Clicca qui per il miglior condizionatore portatile disponibile sul nostro shop online.

È sempre importante però, soffermarsi su tutte le caratteristiche che un dispositivo di questo tipo può offrire, così da protendere per quello che meglio appaga le esigenze di chi lo compra.

Acquistare un condizionatore portatile per casa nel periodo invernale può sicuramente far risparmiare qualche euro, poiché trattandosi di bassa stagione, i prezzi tendono a scendere.

Punto Luce: gli esperti del materiale elettrico

Devi acquistare del materiale elettrico per casa o ufficio? Affidati all'esperienza e alla competenza di Puntoluce. Non solo vendita, ma anche assistenza e consulenza alla scelta migliore per i tuoi ambienti. Dagli elettrodomestici alle serie civili, dall'illuminazione alla videosorveglianza, tutto ciò di cui hai bisogno lo trovi sullo Shop online di Puntoluce!

Visita il nostro negozio

Punto Luce di Melchioni Stefano | Via Porrettana, 294 (non aperto al pubblico ) 40037 Bologna

Azienda iscritta al Registro Ditte presso CCIAA di Bologna al n. 341779 e al Registro Esercenti il Commercio presso CCIAA di Bologna - Partita IVA IT01515541207 C.F. MLCSFN68A14A944Q

Copyright © 2020 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - LE IMMAGINI E I MARCHI APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI