logo-vortice

Condizionatori portatili: Kryo Polar, la proposta di Vortice

L’estate è alle porte e ben presto il caldo torrido renderà più faticoso lavorare e studiare: senza aria condizionata, ogni attività diventa più difficile e la produttività cala. Se in inverno vi abbiamo parlato di termoconvettori, in vista della bella stagione potrebbe essere utile dotarsi di un condizionatore portatile, che all’efficacia dei condizionatori fissi uniscono la comodità di poterlo spostare a piacimento.

Una soluzione sia per raffreddare le case al mare senza condizionatori fissi, sia per quegli ambienti che necessitano di un condizionamento ma in cui non è possibile installare un sistema a parete. Oggi parleremo di due modelli, entrambi prodotti dell’azienda lombarda Vortice: il Kryo Polar 10 e il Kryo Polar 12.

Kryo Polar 10

vortice-10Ecologico, efficiente, pratico: il Kryo Polar 10 è condizionatore in grado di garantire prestazioni di alto livello e consumi energetici contenuti. Le 4 funzioni (modalità automatica, raffreddamento, deumidificazione e ventilatazione) ne fanno un elettrodomestico versatile e completo. La caratteristica più interessante è la modalità di funzionamento acqua-aria, detta anche adiabatica, un’opzione che offre una refrigerazione più efficace e una resa energetica migliore.

Il Timer permette di programmare nell’arco di 12 l’accensione e lo spegnimento del condizionatore, la funzione Sleep ottimizza i consumi durante la notte. Completano il tutto un display LCD e il telecomando infrarossi, per gestire a distanza il condizionatore e avere sotto controllo il funzionamento.
Kryo Polar 10 non ha bisogno di essere installato: è sufficiente che un tubo di scarico che espella l’aria calda dalla stanza o dall’ambiente in cui lo metteremo.

Kryo Polar 12

Questo modello è del tutto analogo al precedente, ma ha una potenza di raffreddamento maggiore che lo rende più adatto a stanze e ambienti grandi. Come il modello più piccolo, anche il Kryo Polar 12 è un sistema tutto in uno che fa uso del gas refrigerante  R 410 A, una miscela che non danneggia l’ozono. Non manca la funzione acqua-aria (adiabatica), più efficiente rispetto alla funzione aria-aria, e le quattro modalità di uso: automatica, raffreddamento, deumidificazione e ventilatazione. Timer e Sleep permettono, anche in questo caso, di programmare l’uso del condizionatore per evitare sprechi energetici; il telecomando e il display rendono più facile la gestione del condizionatore.

Come il gemello più piccolo, nemmeno Kryo Polar 12 ha bisogno di alcun intervento di installazione. Infine, c’è da segnalare la presenza di un filtro ai carboni attivi e dei filtri lavabili garantiscono una buona qualità dell’aria e l’assenza di cattivi odori.

Rispetto al modello precedente, i costi salgono leggermente, vista la potenza maggiore: resta comunque ottimo il rapporto qualità/prezzo.

Vortice, l’azienda italiana del Compasso d’Oro

L’azienda produttrice dei modelli Kryo Polar è Vortice, nata nel 1955 a Milano. Il nome Vortice è ispirato al primo aspirapolvere creato dall’azienda, il Vortice appunto, che otterrà la segnalazione d’onore da parte della giuria del Premio Compasso d’Oro, il più prestigioso e antico al mondo nell’ambito del design industriale.

Nonostante la feroce concorrenza, Vortice è arrivata fino ai nostri giorni grazie alla costante attenzione alla qualità e all’estetica dei prodotti, tanto da farle ricevere, nel 1987, il premio Compasso d’oro alla carriera, “per la continuità dell’impegno posto nella qualificazione della propria produzione attraverso il design nel settore della elettroventilazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *