Cronotermostato TH/350 della BPT, versatile e funzionale

Se da una parte le spese per il gas e l’elettricità aumentano, comportando un aumento dei costi per il riscaldamento e il raffreddamento, dall’altra parte l’innovazione tecnologica ci viene in aiuto ottimizzando sempre più i consumi.

I nuovi impianti sono un grande aiuto per risparmiare e oggi vogliamo parlare, in particolare, di un componente di ultima generazione molto importante. Si tratta del Cronotermostato TH/350 prodotto dalla BPT e che puoi trovare nel nostro shop a questa pagina.

Perché proprio questo modello?

Perché nel provarlo lo abbiamo trovato estremamente versatile sia dal punto di vista del design che delle funzioni. Quindi non importa che tu abbia un’abitazione grande o piccola e, non importano nemmeno il numero delle stanze perché questo cronotermostato si adatta alla maggior parte delle esigenze.

I vantaggi del cronotermostato TH/350

cronotermostati-bpt-th350Per capire il livello di versatilità di questo cronotermostato, considera che è in grado di adattarsi all’impianto della casa in base alle inerzie termiche. Quindi se hai un impianto con termosifoni, con termoconvettori, con riscaldamento a pavimento o qualsiasi altro sistema, non c’è nessun problema.

Ovviamente la versatilità non è l’unica caratteristica interessante. Infatti, il nuovo sistema di controllo della temperatura permette di scegliere fra la modalità differenziale e la modalità proporzionale integrale. La modalità differenziale è adatta per tutti quegli ambienti, che possono subire forti sbalzi di temperatura perché, impostando un livello di tolleranza, evita la continua accensione e spegnimento della caldaia.

La modalità proporzionale integrale invece permette di ottimizzare i consumi, grazie al fatto che il cronotermostato spegne in maniera graduale la caldaia all’avvicinarsi della temperatura desiderata. Questo permette di avere un comfort termico sempre ottimale.

Le applicazioni più interessanti

In ogni caso il vantaggio più grande deriva dalla grande possibilità di programmazione, infatti, oltre ai classici orari e temperatura c’è tutta una vasta gamma di funzioni programmabili. Per esempio è possibile impostare la zona giorno e la zona notte, in modo da riscaldare maggiormente le stanze abitate in quel particolare momento della giornata.

Grazie a questo componente è anche possibile programmare cicli orari, giornalieri e settimanali cosi da venire incontro alle tue abitudini. Per esempio se nei giorni feriali non sei mai in casa fino alla sera, cosa che non succede mai la domenica, puoi fare in modo che l’impianto di riscaldamento (o di raffreddamento in estate) venga acceso 15-30 minuti prima del tuo arrivo nei giorni feriali e che, nei giorni festivi, mantenga costante la temperatura per tutto il giorno.

Il suo aspetto

Tolto dall’imballaggio il cronotermostato ha un aspetto semplice e compatto che rende molto facile l’installazione (fra poco vedremo come installarlo) e, si nota subito il design essenziale ma rifinito. La prima cosa a saltare all’occhio è il suo grande display illuminato, facile da utilizzare e particolarmente intuitivo.

Come procedere con l’installazione

Per l’installazione evita le nicchie e le fonti di calore, preferisci invece le pareti interne dove dovrai inserire innanzitutto una scatola da incasso a 3 moduli. A questo punto hai bisogno di estrarre il corpo centrale dal telaio del cronotermostato e inserire le 3 pile usate per l’alimentazione. Adesso sarà sufficiente fissare il telaio alla scatola da incasso e concludere il tutto con l’inserimento del corpo centrale.

I programmi a disposizione

Ora che il cronotermostato è montato arriva il momento di programmarlo, procedimento molto semplice. A ogni modo, se non vuoi comunque perdere tempo puoi sempre utilizzare i 6 programmi preimpostati (3 per il riscaldamento e 3 per il rinfrescamento), considerando comunque che stiamo parlando di dispositivo auto-apprendente.

Infine, l’innovazione più interessante riguarda probabilmente il fatto di poter gestire il tutto da remoto. Con un semplice smartphone puoi quindi passare alla gestione manuale e attivare, disattivare, ridurre o fare qualsiasi altra modifica all’impianto gestito dal cronotermostato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *