Diodi LED, come funzionano

Punto Luce Blog: la tua guida al materiale elettrico ed elettronico

led
Nessun commento /
Punto Luce /
06/02/2018

I diodi LED a cosa servono e come funzionano? Ecco tutte le maggiori caratteristiche. Per trovarli, invece, c’è lo shop per ogni evenienza!

Cosa sono i diodi LED

I diodi LED sono degli emettitori di luce a LED. Si usano con passaggi di corrente da 10 e 30 Ampere. Quando la corrente elettrica attraversa i diodi, il colore della luce emessa dipende dal tipo di diodo installato.

Perché vengono usati? Questi emettitori di luce possono avere colore e aspetto diversi, ma anche potenze diverse. Hanno anche dei vantaggi importanti.

Prima di tutto, emettono luce fredda, quindi il risparmio energetico è assicurato. Poi, visto che il passaggio di corrente determina l’accensione della luce, questo sistema è ottimo per emettere segnali.

Infine, la frequenza usata può essere molto elevata. Per questi motivi, i diodi LED sono molto apprezzati, soprattutto in ambito industriale.

Come funzionano i diodi LED

I diodi LED funzionano per elettroluminescenza. Quando si va a dare un’alimentazione ai diodi, gli elettroni all’interno del singolo diodo si ricombinano.

In questo modo, si creano i fotoni e, allo stesso tempo, si rilascia energia. Questa energia diventa luce fredda e, di conseguenza, il diodo si illumina di luce propria.

Come installare i diodi LED

Per utilizzare i diodi, è necessario disporre di un sistema di alimentazione da 1,1 fino a 1,6 volt (non di più). Di solito, quando si sceglie il diodo, c’è un filo più lungo rispetto all’altro. Si tratta di un modo per rendere riconoscibile il polo positivo.

Per esserne certi, basta vedere i segni in controluce indicati sulla lampadina stessa.

Naturalmente, nel collegamento, è necessario rispettare le polarità. Questi elementi non hanno bisogno di un filo interno come avviene per le vecchie lampadine a incandescenza, però conviene mettere una resistenza di sicurezza.

La luce prodotta dipende direttamente dalla corrente che passa per il diodo. Al momento, i colori disponibili sono: giallo, rosso, arancio, verde e blu chiaro (novità assoluta). La possibilità della luce blu ha aperto poi la strada alla luce bianca. Ogni colore ha una sua tensione di giunzione.

Per questo tipo di installazione, è bene sempre contattare un esperto.

Dove si usano i diodi LED

I diodi si trovano in tantissimi oggetti di uso quotidiano: dai telecomandi alle spie luminose, passando per l’illuminazione (sia casalinga che pubblica), fino alla tecnologia laser.

L’affidabilità di questi emettitori di luce è tale che se ne fa larghissimo uso, anche per una questione di risparmio energetico.

Di solito, questi elementi funzionano a dovere subito dopo l’installazione e si usano davvero facilmente. L’unica cosa a cui fare attenzione è l’alimentazione, perché la lampadina rischia di scoppiare se passa troppa corrente.

Per il resto, basta collegare il diodo a un interruttore, per esempio, per utilizzare al meglio per l’illuminazione in casa e non solo questa tecnologia a basso consumo.

Per trovarli, invece, c’è lo shop per ogni evenienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Punto Luce: gli esperti del materiale elettrico

Devi acquistare del materiale elettrico per casa o ufficio? Affidati all'esperienza e alla competenza di Puntoluce. Non solo vendita, ma anche assistenza e consulenza alla scelta migliore per i tuoi ambienti. Dagli elettrodomestici alle serie civili, dall'illuminazione alla videosorveglianza, tutto ciò di cui hai bisogno lo trovi sullo Shop online di Puntoluce!

Visita il nostro negozio

Punto Luce di Melchioni Stefano | Via Porrettana, 294 (non aperto al pubblico ) 40037 Bologna

Azienda iscritta al Registro Ditte presso CCIAA di Bologna al n. 341779 e al Registro Esercenti il Commercio presso CCIAA di Bologna - Partita IVA IT01515541207 C.F. MLCSFN68A14A944Q

Copyright © 2020 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - LE IMMAGINI E I MARCHI APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI