canale

Come isolare i cavi elettrici esterni, qualche consiglio

È molto importante, specie se avete bisogno di fare lavori agli impianti elettrici, conoscere il giusto modo per isolare dei cavi elettrici destinati ad impianti esterni, in modo che essi non siano soggetti alle intemperie del meteo e del tempo. Ricordiamo sempre di rivolgersi ad un esperto riconosciuto per lavori di questo genere. Scopriamo insieme come si fa.

Occorrente per isolare un cavo elettrico esterno

Prima di passare a esplicare punto per punto quali siano tutti i passaggi utili per compiere questa operazione, assicuriamoci di avere a nostra disposizione tutto l’occorrente utile per portare a termine l’azione di isolamento dei cavi. Saranno necessari per il lavoro: delle canaline dove passeranno i nostri cavi; delle guaine in alternativa alle canaline; malta cementifera, per tappare eventuali crepe e fori nei muri dove applicherete i vostri fili; silicone, in alternativa alla malta; lana di vetro, per un piccolo trucchetto che sveleremo più avanti.

Come isolare un cavo elettrico posto all’esterno

Come avrete potuto sicuramente notare dalla lista di materiali, avremo due possibilità per isolare i cavi dedicati all’esterno: la prima riguarda l’utilizzo di guaine mentre il secondo sfrutta delle canaline, solitamente realizzate in PVC o in acciaio. Prima di procedere a qualsiasi operazione riguardante i cavi elettrici, vi raccomandiamo di staccare la corrente onde evitare inutili rischi.Procuratevi dunque la copertura che avrete scelto tra le due possibili che vi abbiamo fornito, facendo attenzione ad acquistarne di una lunghezza pari o leggermente superiore alla lunghezza complessiva del cavo che vorrete isolare.Prima di coprire il cavo assicuratevi che esso sia pulito e privo di qualsivoglia tipo di danno; una volta effettuata questa operazione, fate attenzione a coprire il cavo per tutta la sua lunghezza, senza lasciare parti scoperte.

Alcuni accorgimenti utili

Una volta finita questa operazione, tramite la malta, coprire qualsiasi buco, crepa o foro nel muro su cui avete operato: questa operazione è fondamentale se vorrete sul serio proteggere i cavi e la canalina dalla pioggia e da altri agenti atmosferici come la polvere. Se non potete utilizzare la malta, anche il silicone potrebbe essere una soluzione altrettanto efficace. Se vorrete, inoltre, esiste un metodo per proteggere i cavi in maniera ancora più efficace, in maniera particolare se il luogo dove sono situati presenta un’umidità molto accentuata: all’interno della guaina o delle canaline fate passare della lana di vetro, in modo che i vostri cavi risultino ancora più protetti anche contro i danni dell’umidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *