Prese telecomandate, cosa sono, come funzionano e come programmarle

Negli ultimi le prese telecomandate hanno preso il sopravvento sul mercato, conquistando il consenso di moltissimi clienti. Ma cosa sono e come funzionano? Cercheremo di capirlo, analizzando anche la loro programmazione.

Cosa sono le prese telecomandate

Molte volte capita di dimenticare le luci di una stanza accesa o di avere in casa una presa molto fastidiosa da raggiungere poiché dietro un mobile. La soluzione? Le prese telecomandate. Come il nome suggerisce, queste pratiche e innovative prese elettriche possono essere letteralmente spente a comando, semplicemente premendo un tasto sul telecomando. In questo modo, possiamo spegnere qualsiasi lampada anche se non ci troviamo nella stessa stanza o evitare di infilare le mani in angoli non proprio facili da raggiungere.

Come funzionano le prese telecomandate

Il funzionamento di questi prodotti innovativi è molto semplice e si sta tutt’ora evolvendo. I primi modelli di presa telecomandata funzionavano a infrarossi e quindi obbligavano la persona che desiderasse spegnere a distanza la presa a non essere troppo lontana. Adesso, le nuove prese telecomandate presenti sul mercato hanno implementato la tecnologia wireless, che permette di allontanarsi fino a 40 metri dalla presa con la possibilità di attivarle o disattivarle a proprio piacimento senza preoccuparsi troppo dei muri e delle pareti. Questo sistema permette quindi di spegnere qualsiasi presa in qualsiasi zona della casa da qualsiasi zona della casa.

Come programmare le prese telecomandate

Oltre alle classiche prese con telecomando, esistono anche quelle dotate di spegnimento a timer. Queste prese, dopo un lasso di tempo preimpostato, si spengono, non fornendo più energia all’apparecchio ad esso collegato. Questo sistema è molto utile in caso si tema di poter lasciare qualche elettrodomestico acceso (ad esempio la televisione) per lunghi periodi senza che nessuno effettivamente la guardi. Per impostare il timer sarà un vero e proprio scherzo: non bisognerà fare altro che ruotare la manovella per impostare tra quanto tempo il circuito dovrà spegnersi, in modo da evitare inutili sprechi di energia.

Il motivo del successo

Se da un lato il successo delle prese telecomandate può essere spiegato dall’innovazione che portano ad un prezzo ragionevolmente contenuto, da un altro bisogna guardare in faccia alla realtà: il mondo si sta progressivamente impigrendo e non possiamo fare nulla per fermarlo (forse). Piuttosto che fare attenzione e spegnere qualcosa quando questa non serve più si è preferito optare per una presa elettrica che se ne ricordi per noi o che dopo un certo periodo di tempo smetta di funzionare. La novità introdotta dal prodotto è ottima, permette di risparmiare energia e ridurre gli sprechi ma la sua natura “da risparmio” è facilmente confondibile con quella “da pigrizia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *