elettricista-impianto

Riparazioni impianto elettrico, quali è necessario fare

La salute dell’impianto elettrico dipende sicuramente dalla sua manutenzione. Vi sono infatti delle riparazioni dell’impianto elettrico che chiedono di essere eseguite, affinché il sistema generale possa conservarsi in buone condizioni e assicurare un funzionamento perfetto nel corso del tempo.

Molto spesso i problemi di piccola natura vengono ‘lasciati correre’ perché non vengo considerati importanti, ma vi sono delle riparazioni che devono essere eseguite, per il buon funzionamento generale, ma anche perché potrebbero diventare il preludio a qualche problema più grave che potrebbe manifestarsi in futuro.

Riparazioni impianto elettrico: 7 aspetti da controllare e riparare

  1. Assicurare i collegamenti elettrici: quando colleghiamo i cavi elettrici ad un dispositivo oppure ad un apparecchio si potrebbero verificare dei problemi nel bloccaggio. E’ importante impiegare colle specifiche sui collegamenti per isolare e rendere più stabile il collegamento;
  2. Proteggere l’impianto dall’acqua: gli stessi collegamenti devono essere protetti dall’umidità e dalle infiltrazioni, dovute a problematiche strutturali o all’usura. In questo caso esistono dei composti che possono essere applicati dall’elettricista per fortificare e rendere idrorepellenti i collegamenti.
  3. Riparare i conduttori interrotti: si tratta di un problema molto comune, perché i conduttori possono rompersi in un certo punto per cause legate soprattutto all’usura. In questo caso è importante individuare il punto di rottura impiegando un tester, tagliare la parte danneggiata e quindi giuntarla con gli appositi connettori;
  4. Riparare i circuiti stampati: anche i circuiti stampati possono avere subito dei danni, quindi è possibile ripararli impiegando carta argentata e fissando il tutto con la colla. Se non si dispone di buona manualità è fondamentale chiedere consulto all’elettricista di fiducia;
  5. Riparare il Tubo flessibile ostruito: pezzi di materiale inerte possono cadere all’interno delle scatolette e quindi ostruire il tubo flessibile. Questa fatalità rende impossibile inserirci dentro i fili elettrici, quindi la scatola deve essere pulita e sgombra;
  6. Sostituire le lampadine: anche se non si tratta di una vera e propria riparazione, la pratica di sostituire le lampadine usurate e non funzionati con altre nuove, magri a risparmio energetico, aiuta l’impianto a mantenersi in ottima salute;
  7. Verificare e testare l’impianto elettrico: l’impianto elettrico deve essere verificato e controllato puntualmente. Per approfondire l’argomento si può consultare l’articolo di approfondimento sulle verifiche elettriche sul blog dello shop di materiale elettrico di qualità Punto Luce.

Riparazioni impianto elettrico: più sicurezza in casa

Un impianto elettrico controllato è un impianto sicuro, che risponde alla giusta manutenzione e che quindi può durare nel corso del tempo. Anche una semplice usura, un mancato collegamento o la pratica di lasciare montati componenti vecchi e obsoleti ne può pregiudicare la bontà e il funzionamento.

E’ quindi importante tenere sotto controllo l’impianto e per approfondire i dettagli leggere l’utile guida di Punto Luce su come effettuare la manutenzione dell’impianto elettrico. In questo modo si può concentrare l’attenzione sugli aspetti fondamentali e imparare quali sono i punti da controllare per poter disporre di un impianto sicuro e costantemente monitorato nel corso del tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *