stand

Come fare un impianto elettrico temporaneo per stand

Dovete partecipare ad un fiera o più semplicemente ad una sagra e avete bisogno di montare un impianto elettrico per il vostro stand? Niente paura, insieme vedremo il metodo più semplice e sicuro per fare l’impianto elettrico.

Le tipologie di impianto elettrico temporaneo

Per i sistemi di distribuzione di energia elettrica riguardanti le manifestazioni all’aperto, esistono due differenti tipologie di impianto: la prima tipologia, definita di tipo TT,nel caso in cui l’energia venga presa da  un conduttore di protezione collegato all’impianto di terra; la seconda tipologia, definita di tipo TN-S quando il conduttore è staccato dal neutro ma collegato all’impianto di terra all’origine; esiste inoltre una terza tipologia di collegamento, definita di tipo IT, che viene utilizzatanel caso l’energia venga da un gruppo elettrogeno.

Questi impianti, va considerato inoltre, sono molto pericolosi: essi sono, infatti, ad alto rischio di corto circuito, incendio o malfunzionamento generali dovuti al fatto che gli impianti stessi sono temporanei, e quindi non attrezzati a dovere a resistere alla presenza di un folto pubblico o alle condizioni ambientali che possono mutare rispetto al luogo dove l’evento prende luogo. Per questo è consigliabile effettuare dei lavori per la messa in sicurezza di questi impianti per scongiurare qualsiasi pericolo. Inoltre è sempre consigliabile rivolgersi ad un esperto in questi casi.

Ridurre i rischi, gli attrezzi necessari

Prima di tutto, bisogna “armarsi” di attrezzi specifici per effettuare la verifica dell’effettiva sicurezza dell’impianto e per potervi operare. La lista comprende: i classici attrezzi manuali come cacciavite, tronchesine, pinze, forbici e seghetto; attrezzi elettrici come trapano e avvitatore; gruppo elettrogeno (praticamente, un generatore esterno); delle prese pentapolari; un avvolgicavo e delle prese mobili; delle pedane passacavo, che siano certificate a prova di calpestamento.

Ridurre i rischi, i lavori necessari e le norme obbligatorie

Una volta giudicati quali sono le eventuali mancanze che mettono a rischio la sicurezza dell’ambiente in cui l’evento avrà luogo, saranno necessari dei lavori. Come è ovvio che sia, per i lavori andrà chiamata una lista specializzata e il proprietario degli impianti non dovrà assolutamente mettervi mano prima dell’arrivo degli esperti. In seguito, a tutti i lavoratori e agli operatori andranno fornite le informazioni necessarie per poter far fronte a qualsiasi problema con gli impianti stessi.

Sarà necessario, qualora gli impianti e gli apparecchi si trovino in zone a rischio esplosione, verificare che questi riescano a resistervi oppure acquistarne di adatti. Le apparecchiature vanno sempre e comunque controllate e tenute alla massima efficienza, in modo che non diventino un pericolo per i lavoratori e per i frequentatori dell’evento. Tutti gli impianti devono essere forniti di tutti i dispositivi di sicurezza e delle modifiche specificate dalle apposite normative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *