Come fare un punto luce interrotto

Quando ci si ritrova a dover controllare l’accensione e lo spegnimento di una o più lampade tramite un unico interruttore, dobbiamo creare un punto luce interrotto. Questo particolare tipo di circuito è molto utile quando si ha a che fare con ambienti dall’ingresso unico, e che solitamente non richiedono soste molto lunghe, come possono essere le cantine, i bagni, i ripostigli, ma anche piccole cucine, in cui non è necessario l’utilizzo di più ” interruttori “.

Questo tipo di lavoro può essere anche fatto per ambienti molto grandi in cui è fondamentale fornire uniformità all’illuminazione, anche per prevenire malfunzionamenti da parte di una lampada. Si tratta anche di uno dei lavori più semplici da fare per un impianto elettrico.

Qualche informazione iniziale

Schema per punto luce interrotto (fonte Gewiss)
Schema per punto luce interrotto (fonte Gewiss)

Lo schema in questo caso sarà molto semplice, con un circuito che sarà fatto per dare comandi alla lampadina con l’interruttore che determinerà lo spegnimento o l’accensione di questa. In caso di chiusura del circuito infatti la lampadina sarà accesa, con l’apertura invece ci sarà lo spegnimento.

Per costruire questo circuito avremo bisogno oltre che dei soliti attrezzi da lavoro, semplicemente di cavi, di un interruttore unipolare (che sono possibili da trovare sul nostro store di varie marche tra le serie civili), un tubo di plastica flessibile; cavi ed interruttore dovranno essere naturalmente collegati ad almeno una plafoniera e ad una lampadina.

Creazione di un punto luce interrotto con una sola lampadina

Nel caso di un punto luce con una sola lampadina avremo bisogno di tre cavi: uno di fase nero o marrone, uno neutro di colore azzurro chiaro, e un altro di terra dal colore giallo e verde.

I cavi per il punto luce interrotto (fonte Gewiss)
I cavi per il punto luce interrotto (fonte Gewiss)

Partendo dal punto di tensione il cavo di fase va tagliato nel punto del muro in cui si è previsto dovrà essere inserito l’interruttore, dopodiché la prima parte va inserita nel terminale di quest’ultimo, mentre dall’altro terminale viene fatta uscire la seconda parte del cavo che deve essere fatto arrivare nel terminale della plafoniera. Dal terminale della lampada dovrà uscire il cavo neutro che chiuderà il circuito, assieme al cavo di terra che dovrà essere collegato a terra.

Creazione di un punto luce interrotto con più lampadine

Nel caso si decidesse di creare un punto luce a più lampadine, sarà necessaria una piccola modifica allo schema, mettendo in collegamento le due lampadine in parallelo, con il cablaggio che si modifica aggiungendo ai vari terminali della plafoniera, un secondo cavo da mandare nella seconda plafoniera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *