Come illuminare il giardino, tutto quello che c’è da sapere

Non solo gli ambienti interni, anche l’esterno fa parte della casa e come tale deve essere valorizzato. Per dare continuità tra le due aree e creare una zona confortevole, è necessario non solo scegliere il giusto progetto di arredo, ma anche scegliere la giusta illuminazione.

In questo articolo daremo qualche consiglio su come illuminare il giardino, scegliendo i giusti supporti  e cercando di dare degli ottimi giochi visivi. Scegliere la giusta illuminazione è importante per allungare in un certo senso l’ambiente domestico: in questo modo è possibile usufruire a pieno di tutte le aree della casa, valorizzandone tutti gli elementi.

Creare il progetto prima di tutto

giardino 2Per avere una perfetta riuscita, è fondamentale progettare l’illuminazione del giardino in tutti i suoi aspetti. È necessario infatti conoscere bene le misure in modo da capire cosa cercare, quali punti valorizzare maggiormente e che tipo di illuminazione utilizzare. Potremo volere una soluzione semplice e funzionale che ci dia la luce giusta negli orari notturni per poter accogliere gli ospiti o per camminare; oppure potremmo cercare di avere un effetto più ricercato.

È possibile infatti scegliere di dare una luce un po’ più soffusa per esempio, oppure un tipo di illuminazione più scenografica. Sarà necessario scegliere infatti l’intensità delle lampadine da installare: in questo caso il progetto va fatto partendo dall’impianto principale e poi sviluppandolo sugli elementi da valorizzare e sui particolari.

Scelta dell’illuminazione

Per decidere il tipo di illuminazione da utilizzare è consigliabile partire dall’ambiente su cui dobbiamo fare il progetto, scegliendo quindi le plafoniere da utilizzare, e lo stile che queste devono avere. Possiamo infatti decidere di utilizzare dei lampioni o dei pali, oppure delle luci incassate nei muri, ma anche faretti da terra, oppure dei proiettori, decidendo cosa andare ad illuminare, qualche siepe o qualche pianta particolarmente bella.

È importante anche la scelta del tipo di luce da dare al nostro giardino: in questo caso è consigliabile tenere presente lo stile da dare, cercando soprattutto di dare continuità con gli ambienti interni, scegliendo le gradazioni a seconda che si scelga una illuminazione moderna, con tonalità più fredde per esempio, o una più classica, con tonalità più calde.

Sviluppare l’illuminazione per il giardino

Come abbiamo visto sono molte le scelte che si possono fare per quello che riguarda gli elementi e devono essere adeguate alla conformazione del giardino. Si possono utilizzare per esempio delle illuminazioni da terra, unite a faretti e lampade da parete da inserire sui muri di cinta. Un’altra soluzione potrebbe essere quella di utilizzare dei lampioni in tutta l’area, prediligendo per esempio il vialetto, oppure in alternativa, i molto meno invasivi pali che sono più bassi e quindi possono dare la possibilità di evidenziare al meglio gli elementi.

È necessario individuare i punti luce da sviluppare scegliendo i punti focali, senza però eccedere. Questi possono essere posizionati verso una pianta, un albero oppure anche un oggetto da giardino. Per un albero per esempio ci sono diverse possibilità: sia dal basso, con la possibilità di creare atmosfera che si vuole, che con le illuminazioni più alte.

Per soluzioni più originali è possibile ricercare tra le varie serie dei marchi più importanti, come Prisma illuminazione per esempio, presente sul nostro shop.

Per questo motivo illuminare il giardino può essere davvero soddisfacente, perché dà, più che in ogni altra parte della casa, la possibilità di poter utilizzare la creatività e un po’ di fantasia, potendo godere di un effetto estetico unico.

1 pensiero su “Come illuminare il giardino, tutto quello che c’è da sapere

  1. Pingback: Illuminare il giardino per esaltare la primavera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *