Come scegliere un’antenna TV

Scegliere un’antenna TV significa verificare la compatibilità con il televisore e scegliere un bene durevole, che resista ai temporali, ma anche al tempo. Comprare un’antenna tv, dunque, è un’operazione che non va fatta a cuor leggero. Quali sono le caratteristiche dell’antenna migliore e a cosa fare attenzione?

Antenne TV: criteri per scegliere bene

Le caratteristiche che fanno la differenza tra un’ottima antenna TV e una da evitare sono:

  • Guadagno. Indicato in db, mostra quanto l’antenna è capace di passare dal segnale elettromagnetico a quello magnetico, necessario per il corretto funzionamento della TV. Di partenza, si dovrebbero scegliere antenne che partono da 35 db. Naturalmente, più si sale, più costa l’antenna.
  • Avanti-dietro. Si tratta del rapporto tra guadagno verso la fonte di ricezione e nel senso opposto (angolo di riferimento 180°). Volgarmente, indica “quanto prende” l’antenna.
  • Carico del vento. Per le antenne TV esterne, indica quanto resistono al vento e alle intemperie.
  • Numero/dimensione. Sono caratteristiche a cui far riferimento quando c’è da vedere se l’antenna è ingombrante o meno e il numero degli elementi disponibili. Naturalmente, più elementi ci sono, più è difficile montarla.

Tipi di antenna TV: quale scegliere

antennaLe antenne non sono tutte uguali. Si possono scegliere tra:

  • Larga banda. Hanno una maggiore ricezione.
  • Direttive. Prendono molto bene gran parte dei canali, ma sono pensati per ricevere su una zona specifica. Se sai che nella tua zona c’è poco campo, questa è la soluzione migliore.
  • A pannello. Il punto di forza delle antenne a pannello è l’avanti-dietro. Garantiscono un’ottima ricezione anche per le fonti più lontane.
  • Logaritmiche. Sono costituite da due antenne a banda larga e si usano dove non c’è bisogno di un grande guadagno per ottenere la ricezione dei diversi canali. Per l’installazione, soprattutto per queste antenne, conviene chiamare uno specialista che eviti interferenze tra le due antenne.

Antenne da interno: come funzionano

Una menzione meritano anche le antenne da interno, preamplificate, che hanno spesso ottima qualità di ricezione. Queste antenne, rispetto al passato, sono più efficienti per due motivi: il segnale del digitale terrestre è più potente rispetto a quello analogico e sono più adatte a ricevere le frequenze UHF del digitale.

Accanto all’antenna per il digitale terrestre, possiamo installare anche un impianto parabolico: il vantaggio dell’antenna parabolica sta nella capacità di ricevere il segnale su tutto il territorio italiano, anche là dove la ricezione del digitale terrestre è difficile.

Antenna digitale terrestre: caratteristiche

Con l’avvento del digitale terrestre e della tecnologia DVB-T2 presto in arrivo, le antenne per esterno vivono una vera e propria rivoluzione. La prima cosa da vedere è che l’antenna sia LTE free. In questo modo, si eliminano le interferenze sui canali UHF.

L’antenna dovrà quindi essere un amplificatore di segnale per il digitale terrestre. Si riduce anche la grandezza delle antenne. In più, nelle antenne più piccole e di design, non c’è bisogno nemmeno di sistemare l’antenna nel modo giusto.

Per scegliere l’antenna giusta, conviene verificare la grandezza del cavo e la sua resistenza, oltre alla qualità dei materiali. Molto utilizzato per ricezione e resistenza è l’alluminio. Queste antenne si caratterizzano anche per il montaggio semplice e per il minimo numero di pezzi.

Come scegliere l’antenna giusta

Il primo consiglio è cercare un’antenna di buona qualità, evitando i prodotti troppo economici, oppure di marchi sconosciuti. Scegliere il Made in Italy garantisce anche il rispetto delle normative. Il cavo è un segnale per vedere se l’antenna è quella giusta o no.

Trattandosi di cavo da esterno, deve essere con una guaina in polietilene resistente, una schermatura interna e con una sezione di almeno 6/7 millimetri.

Poi si potrà fare il pro e il contro sulle caratteristiche generali (guadagno, tipo di antenna, resistenza, ecc.). In generale, le antenne Yagi (fra le più comuni) sono abbastanza versatili: sono la scelta giusta se non si hanno troppe competenze tecniche.

Se il segnale è molto debole, possiamo decidere di acquistare un amplificatore, disponibile sul mercato ad uno, due o più ingressi, che portano un aumento sensibile del guadagno. Negli ultimi modelli, l’amplificatore è incluso nell’antenna, quindi si deve verificare sulla confezione prima di scegliere.

Infatti, gli amplificatori sono da usare con accortezza perché, pur aumentando il livello del segnale, non ne migliorano la qualità. Oltretutto, possono causare anche disturbi e distorsioni.

Se ci si trova in zone particolarmente isolate o vogliamo ampliare il ventaglio di canali visibile, una buona antenna parabolica può fare al caso nostro. Non è necessario un’antenna enorme: ne basta una da 80 cm di diametro.

Sul nostro shop, si troveranno le migliori soluzioni per antenna TV e antenna per il digitale terrestre. Così, ci si assicura il rispetto delle normative, garanzie di qualità dei prodotti e soprattutto materiali di ottima fattura per far installare l’antenna a un esperto qualificato.

Per scegliere l’antenna TV giusta, non resta che passare e vedere le soluzioni dei migliori marchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *